Gli universi di MARCO CREATINI sono sempre complementari, in una visione parallela e Intimista: il mondo della ragione e il mondo del sogno, quello della realtà e quella del mito si compenetrano in fluide dialettiche tonali, in spazi mentali che racchiudono l’essenza dell’uomo, gli afflati spirituali e la sete dell’anima, ma anche il suo desiderio di scoperta, la sua sete di conoscenza, prima di tutto interiori, ma anche dell’Altro, del nuovo mondo che ogni giorno ancora ci affascina e ci circonda.

La luce è elemento fondante di questa metafora dell’esistenza, perchè squarcia ogni Velo dell’ignoto per attingere all’UOMO, ai retaggi di una cultura millenaria che si fa arte, pensiero, icona, attraverso immagini simbolo che diventano i punti cardinali di composizioni sempre allusive all’eterna interpretazione del mondo. Su tutto, dominano cieli stellati, albe di speranza in un rigoroso e metafisico silenzio, sospeso tra illusione e verità.

Dott. GUIDO FOLCO (Italia Arte)