MARCO CREATINI, metafisica, inconscio, superamento del limite, sogno, eternità …fuggevole eternità, ingannevole, mutevole, avvolgente e scoprente. Con evidenti richiami al “classico” l’autore cerca di afferrare l’allucinazione per raggiungere spazi in cui fermarsi a contemplazione del Tutto.

MAURO GIOVANNELLI (Critico)